Giardino, astrologia e…

OTTOBRE

LUNA e lavori in giardino

Promemoria:

Il trigono della luna nei segni d’acqua influenza foglie e steli

Il trigono della luna nei segni di fuoco influenza i frutti

Il trigono della luna nei segni di terra influenza le radici

                                   Il trigono della luna nei segni d’aria influenza le fioriture

Calendario delle lunazioni Ottobre 2012

trigono di terra (luna nei segni: toro, vergine, capricorno)

Nei giorni 2 e 3 ottobre 2012

Nei giorni 12 e 13 ottobre 2012

Nei giorni 21 e 22 ottobre 2012

trigono di fuoco (luna nei segni: leone, sagittario, ariete)

nei giorni: 10-11 ottobre 2012

nei giorni 19-20 ottobre 2012

nei giorni 27-28-29 ottobre 2012

Abbiamo quindi i giorni utili per piantare:

tuberi, bulbi, bulbilli e rizomi.

Eseguire tutti i lavori che preparino la terra per accogliere ortaggi da radice, come le carote.

In giardino è il momento di interrare i bulbi che fioriranno la prossima primavera.

Nell’orto:

Piantare bulbilli di aglio, (nel trigono di terra)

la raccolta in giugno-luglio 2013

Fave durante la lunazione in trigono di fuoco; la raccolta in marzo-luglio 2013

Lenticchie:  Seminare durante la lunazione del trigono di fuoco;la raccolta avverrà                    in maggio-luglio 2013

Piselli , seminare durante la lunazione con il trigono di fuoco la raccolta in Febbraio-agosto 2013

Zucchini (in semenzaio o serra), sempre durante il trigono di fuoco; la raccolta in maggio-dicembre 2013

In giardino

Si possono trapiantare garofani, primule, digitale, tutti i bulbi e bulbilli di fioriture primaverili

(tulipani, narcisi..) (approfittare per cambiare il look alle aiuole, armonizzando i colori e le altezze dei fiori che si otterranno).

Possiamo fare le talee di rosa, interrando in un solco, a 20 cm circa di distanza, l’uno dall’altro, rami legnosi delle rose.

Un consiglio: Spesso i rami legnosi sono cosparsi di cocciniglia a scudetto, ripuliamo con dell’alcool ogni singola talea, non è difficile, poiché la talea corta (almeno 6 nodi) ha più possibilità di attecchire.

Da ricordare che si dovranno interrare tanti nodi quanti ce ne sono in superficie.

Anche chi non possiede il giardino potrà seguire questi schemi per le proprie colture in vaso.

Naturalmente, prima di utilizzare i vecchi contenitori, sarà bene pulirli e disinfettarli, esternamente ed internamente, con molta cura, poiché la tanto odiata cocciniglia tende ad annidarsi proprio esternamente ai vasi, negli anfratti. Basterà immergerli in acqua in cui avrete aggiunto un bicchiere di candeggina e lasciati tutta una notte. Il giorno dopo risciacquali molto bene.

Provvedere poi a mettere il nuovo terriccio, quello acquistato dai fioristi è già completo di tutti gli elementi nutritivi necessari alle vostre piante,(azoto, fosforo e potassio).

Aggiungiamo nel fondo del vaso dei ciottoli (che possono essere pezzi di coccio o piccole pietre.

Mescolare al terriccio alcune manciate di sabbia per favorire il drenaggio ed evitare i marciumi radicali.

(Le piante in vaso sono soggette a morire prematuramente proprio per eccesso d’acqua piuttosto che di sete!)

Buon Lavoro!

A richiesta dell’autore, le immagini pubblicate, vengono rimosse. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: