Giardino, astrologia e…

Piante in vaso

Autunno: Ricoveriamo le piante

Molti vasi, tenuti fuori nella bella stagione, ora vanno portati dentro casa o al coperto, a svernare.

Osserviamo bene, pianta per pianta, cosa possiamo fare per mantenerle sane.

sto osservando il Filodendro, cresciuto in lunghezza, con le radici aeree e poche foglie nel fusto… decisamente ha bisogno di essere potato!Preparo delle porzioni di fusto, quelle con le radici aeree, interro la talea in un vaso di coccio, terriccio misto a torba, sabbia grossolana o perlite. Bisogna pressare molto bene il “pane” di terra, prima, però,  inserisco un tutore coperto di spugna, oppure di sfango. Io per risparmiare riutilizzo un vecchio tutore che ho rinnovato aggiungendo del muschio secco là dove mancava). Il tutore andrà tenuto sempre umido. Dopodichè innaffio. Naturalmente bisognerà essere avari nel dare acqua, basta tenere il terriccio appena umido e spruzzare le foglie (se in casa c’è aria secca). Evitare assolutamente i ristagni d’acqua. La temperatura ottimale in inverno, per il Filodendro è tra i 16 e 21°.

Ancora Rose!

E’ necessario proteggerle, specie se sono giovani.

Rastrellare bene il terreno intorno alla pianta, togliere le foglie ammalate (gialle, con macchie scure, con cocciniglia). Per debellare (momentaneamente) la cocciniglia utilizzare olio minerale, se l’infestazione è contenuta, si possono togliere a mano con un batufolo di cotone intriso d’alcool. Piantare alla base del fusto una cipolla per prevenire il mal bianco, mentre siamo li a far buchi, mettiamo anche qualche spicchio d’aglio, con la punta rivolta in su, previene gli afidi.  Dalla metà autunno e fino a febbraio sospendere le concimazioni, innaffiare solo in caso di necessità.

Se nel frattempo, grazie a temperature miti, la rosa si è risvegliata, decidete cosa fare, se lasciare i nuovi rami che sono spuntati dalle radici oppure tagliarli lasciando la pianta così come era in origine.

Le rose non sono delicate, m necessitano di molte cure e attenzioni,  devono essere arieggiate, soleggiate, amate e vi regaleranno splendidi fiori dalla primavera inoltrata all’inizio dell’inverno.

Gerani

Se sono stati potati l’estate precedente, preparato talee per moltiplicarli, ecco questo è il momento per portarli al riparo dalle piogge autunnali e il freddo invernale. Le piante vecchie sarà bene potarle quasi drasticamente, cambiare il terriccio e aspettare  la bella stagione per metterli al sole. Un pò di concime a lenta cessione non guasta.

Dalie

(che meraviglia! ma non sono mie …sigh!)

Estirpiamo i bulbi e i rizoni dal terreno, facciamo asciugare al riparo ma all’aria. Pianteremo nuovamente in primavera per spettacolari fioriture estive.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: