Giardino, astrologia e…

Potature – Bonsai

Per i bonsai, le potature sono un intervento importantissimo sia per la salute della pianta sia per la sua estetica. Questa operazione richiede una buona preparazione tecnica, al massimo possiamo chiedere consigli a un esperto. Ci sono, comunque, delle regole precise da rispettare, che riguardano la potatura dei germogli, delle foglie, quando effettuare i rinvasi ecc.

Potando i germogli si favorisce la crescita di quei rami deboli, di conseguenza avremo una chioma più folta.

Ogni specie ha la sua epoca ideale di potatura: dall’inizio dell’estate ai primi di luglio per quanto riguarda le conifere, subito dopo la fuoriuscita delle foglie da un germoglio nelle Caramone, mentre nell’Olmo, Ficus e Acero si può intervenire dalla primavera all’autunno.

La potatura dei germogli dipende dal tipo di albero, naturalmente se la vegetazione non è così florida si dovrà evitare di intervenire!

La potatura delle foglie dovrà essere effettuata lasciando il picciolo attaccato al ramo, si esegue qualche mese dopo il trapianto della pianta, il suo scopo è quello di “simulare” l’autunno. La parte di picciolo che rimane si secca e cade, proprio come avviene durante l’autunno.

Prima si concima, poi con le forbici adatte si procede alla potatura delle foglie centrali del fusto.

La potatura dei rami dei bonsai ha lo scopo di favorire la penetrazione della luce e dell’aria all’interno della chioma, alleggerire tutta la pianta e favorire la crescita di nuovi rami.

Questa potatura va effettuata due volte all’anno: in primavera per evitare che i germogli, allungandosi, facciano perdere l’estetica originaria; in autunno-inverno per ripulire dai rametti secchi, quelli in più sfuggiti alla potatura precedente.

Il taglio dovrà essere obliquo e alla base del ramo principale. Importante: cospargere il taglio di un cicatrizzante.

Anche le radici necessitano, talvolta, di potature di manutenzione. Questo va fatto al momento del trapianto. Se osserviamo, vediamo che alcune radici fuoriescono mollicce dal pane di terra. togliamo l’esubero dell’apparato radicale, se abbiamo deciso di lasciare lo stesso vaso perchè ci piace così com’è, dovremo accorciare anche il fittone o altre radici primarie. Nei bonsai di piante tropicali, come il ficus, è possibil osservare radici aereee, che scendono parallele al tronco principale, lasciamole, otterremo una sorta di scultura viva da ammirare.

Commenti su: "Potature – Bonsai" (2)

  1. daniela ha detto:

    molto interessanti tutti questi accorgimenti,per chi ama i fiori come me è un vero piacere poterne sapere di più sul giardinaggio..

    • Dany, rinnovo l’invito, manda del materiale, foto, tue esperienze sul giardinaggio ma non solo! Tu sei brava in cucina, perchè non proponiamo delle ricette facili facili che …. costino poco … sai di questi tempi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: