Giardino, astrologia e…

pronto soccorso verde

PRONTO SOCCORSO VERDE
La mia amica Sima di Napoli ha chiesto:

“Cosa bisogna avere nella cassetta di pronto soccorso per le piante”.
Bella domanda!

La prima cosa che mi viene in mente è:
Di cosa si nutrono le piante?
Quali sono le malattie più probabili?
Le piante hanno bisogno di vitamine?

Il terriccio –
Con l’andare del tempo, il terriccio dei vasi si impoverisce. Gli elementi utili alla crescita (azoto, potassio, fosforo e altri microelementi) vengono lavati dalle innaffiature, talvolta, eccessive.
E’ quindi necessario fertilizzare.

I concimi utili da tenere a disposizione sono:
AZOTO: stimolante della crescita e il rinfoltimento del fogliame.
Quando viene a mancare si nota che le foglie ingialliscono, i nuovi germogli sono striminziti, la pianta indebolisce e se non si corre ai ripari…muore.

Il FOSFORO: fa aumentare la resistenza della pianta nei confronti delle malattie, sviluppa le radici, è utile nelle piante da frutto e da fiore.

Il POTASSIO: anche questo elemento, simile al fosforo, è utile per la fioritura e i frutti, agisce rinforzando l’apparato radicale. Importantissimo nei fiori a tubero e bulbo.

Non dovrà mancare qualche bustina di FERRO CHELATO da aggiungere all’acqua delle innaffiature.
Si può utilizzare a scopo preventivo, contro la clorosi ferrica, utilizzandone, eventualmente, dosi inferiori rispetto all’indicazione.

Per quanto riguarda le cure vere e proprie è bene possedere:
Insetticidi, acaricidi, un olio minerale e un fungicida.

Le piante in vaso sono sempre sotto i nostri occhi quindi non è difficile notare sia i segni di sofferenza che un iniziale attacco di parassiti, spesso bastano piccoli accorgimenti e non è necessario intervenire con prodotti chimici.

Gli elementi azoto, fosforo, potassio, si trovano nei concimi universali in dosi calibrate, è importante non abbondare con le dosi perché non è raro veder morire piante a causa di dosi eccessive di fertilizzante.

Se il concime è granulare, basta mezzo cucchiaino per un vaso di media dimensione.
Se è liquido si aggiunge mezzo tappo in 5 litri d’acqua.

In inverno, generalmente, si sospendono le concimazioni, le piante vanno a riposo, sarebbe bene sospendere le concimazioni per poi riprenderle poco prima dell’inizio della primavera.
Per far trascorrere un inverno tranquillo alle nostre piante basta rinnovare il primo strato di terriccio dei vasi e per almeno 3 mesi non hanno bisogno d’altro, solo un po’ d’acqua e qualche spruzzata sulle fronde se l’aria è troppo secca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: